30/09/2012 -

Aggressione a Belvedere, colpito l’assessore Mauro Basile

Ferito con pietre e pugni dopo un diverbio: curato in ospedale. Coinvolto pure il figlio

 

di GASPARE URSO

SIRACUSA. Un diverbio, forse un ”no” di troppo e poi la spedizione punitiva. È finito al pronto soccorso dell'ospedale «Umberto I», l'assessore comunale alla Viabilità Mauro Basile. L'esponente della giunta guidata da Roberto Visentin sarebbe stato aggredito a Belvedere, davanti l'abitazione del figlio, anche lui coinvolto nell'aggressione.
Basile, venerdì poco dopo le 19, è stato trasportato nella struttura sanitaria di via Testaferrata dove i medici lo hanno medicato e hanno assistito anche il figlio. L'assessore avrebbe riportato un trauma cranico ed escoriazioni su tutto il corpo. I medici lo hanno giudicato guaribile in dieci giorni e ieri, Basile ha deciso di lasciare l'ospedale per fare ritorno nella propria abitazione. Tutto l'episodio sarebbe avvenuto venerdì pomeriggio, a Belvedere.
L'assessore alla Viabilità avrebbe incrociato un uomo che da tempo avrebbe avanzato nei suoi confronti precise richieste, chiedendogli di aiutarlo a trovare un lavoro. In pochi istanti gli animi si sarebbero surriscaldati perchè il diniego dell’assessore avrebbe fatto andare in escandescenza l’uomo. «Io mi sono allontanato subito dalla zona - racconta ancora scosso Basile - perchè volevo porre fine alla vicenda senza che ci fossero altre conseguenze».
L’assessore si sarebbe così diretto verso l’abitazione del figlio, sempre a Belvedere ma l’uomo, insieme a un parente, si sarebbe presentato sotto l’alloggio. «Hanno colpito mio figlio - ha aggiunto l’assessore Basile - e così io mi sono lanciato a difenderlo ma ci hanno colpito anche con le pietre». Poi la corsa in ospedale e le indagini avviate dalla polizia per cercare di ricostruire quanto accaduto e fare luce anche sui motivi che hanno portato all’aggressione.

Un servizio nell'edizione di Siracusa del Giornale di Sicilia in edicola oggi.

SIRACUSA