FOTOGALLERY Messina (09/09/2014)

"Luce e segni", prorogata a Castel di Tusa la mostra di Pepi

ASSALTO DI VOLTI
Prorogata fino al 10 dicembre la mostra "Luce e segni" di Giovanni Pepi, allestita nelle Stanze dell'Atelier a Castel di Tusa. Meraviglia. Dell'obiettivo e del fotografo. Piccole passioni circoscritte nello scatto che diventano macroscopiche visioni: ognuna delle Stanze dell'Atelier sul mare di Castel di Tusa è un viaggio surreale nella bellezza che si srotola le chiome come una bella donna. Scioglie se stessa e avvia il percorso che conduce verso un universo nascosto - la visione dell'artista - che poi trasparirà soltanto dai particolari. Qui l'acqua, là il fuoco, laggiù ancora la pietra, più oltre le parole, poi i simboli, i segni. Ognuno degli artisti - Michele Canzoneri, Mario Ceroli, Paolo Icaro, Hidetoshi Nagasawa, la moglie dell'ex presidente francese Danielle Mitterand, il puparo e cuntista Mimmo Cuticchio, Antonio Presti il mecenate creatore dell'Albergo d'arte - ha lasciato la sua orma (testi a cura di Simonetta Trovato).
IN PRIMO PIANO
LETTERE ALLA DIREZIONE
Per vedere pubblicate le tue lettere
scrivi a postaweb@gds.it
o clicca su
"Scrivi alla direzione"
Le mail potranno essere pubblicate anche sul Giornale di Sicilia cartaceo e non devono essere più lunghe di 20 righe